Home arrow Progetto IFFI arrow La Banca Dati IFFI

La Banca Dati IFFI

La banca dati del progetto “Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia - (IFFI)” è costituita dall'insieme di due database.

Il Database cartografico ovvero l'insieme degli “shape file” areali, lineari e puntuali funzione della forma ed estensione del corpo instabile, georiferiti nel sistema di riferimento WGS84/UTM fuso 33N (codice EPSG 32633).

I dati del progetto IFFI, originariamente nel sistema ED50/UTM fuso 32N, sono stati convertiti (Vertogis rel. 2006) in attuazione della direttiva INSPIRE e delle disposizioni INTESAGIS Stato-Regioni, ed in accordo con quanto previsto all’art. 9 del Piano Territoriale Regionale, legge regionale n. 13 del 13/10/2008.

  • Le “feature” areali contengono sia i corpi di frana che presentano un’estensione areale minima di un ettaro, sia delle aree soggette a franosità diffusa, sia delle DGPV.
  • Le “feature” lineari si rifanno invece ai fenomeni franosi la cui lunghezza è maggiore rispetto alla larghezza o quest’ultima è così piccola da non essere cartografabile.
  • Le “feature” puntuali rappresentano quei movimenti di versante per i quali non è possibile una riproduzione fedele in cartografia a causa delle dimensioni ridotte (< 1 ha). Oltre alle frane puntuali in questo insieme sono riportati anche i punti di coronamento delle frane lineari e poligonali (PIFF – Punto Identificativo del Fenomeno Franoso).

Il Database alfanumerico realizzato in MsAccess, contiene le informazioni di dettaglio relative a ciascun evento come trasposizione elettronica della scheda di censimento. Le informazioni sulla localizzazione, la tipologia di frana, lo stato di attività, i danni ecc., sono organizzate per livelli di approfondimento. Il secondo e terzo livello possono contenere informazioni di dettaglio disponibili solo per le frane più conosciute.
I campi del database con sfondo giallo sono ritenuti fondamentali ed è obbligatoria la loro compilazione al fine di poter salvare il set di dati minimo indispensabile per abilitare i livelli successivi.

I due database sono relazionati con un rapporto di relazione pari a 1:1 ed il legame tra essi è rappresentato dal campo "ID_FRANA" che assume il ruolo di chiave di collegamento.

Strutturalmente questa chiave è composta dall'insieme del:

  1. Codice ISTAT della provincia in cui il fenomeno ricade in funzione della ubicazione del PIFF (Punto Identificativo del Fenomeno Franoso).
  2. Numero progressivo all’interno della provincia.
  3. Due rimanenti caratteri, generalmente uguali a 00, costituiscono un subindice, necessario nel caso di frane complesse. In tale caso assume valori 01, 02, 03, ... per identificare schede differenti nell’ambito dello stesso fenomeno.

Download del Database IFFI. 

< Prec.      Pros. >

Valid XHTML 1.0 Strict   Valid CSS 2.0    Level A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0